Ora è la volta di Donatella Diamanti e le prime parole del suo racconto.

L’altra metà di Sara

E cammina cammina la sensazione non passa. Via Turati è un
fiume in piena nonostante l’ora. Si ferma. Se davvero la sta seguendo, potrebbe aver fatto altrettanto. Orienta lo sguardo verso la vetrina. Fruga inutilmente fra quello che le rimanda il vetro. Ha così paura che resterebbe lì tutta la notte.
«Mamma…»
Non è che non lo senta…
«Mamma…»
è che non ce la fa proprio…
«Oh…»
ad aprire gli occhi.
«E dai, ma’!»
Quando ci riesce si ritrova in faccia la faccia scura di Matteo.
«C’è Ròdano.»
Prima di aprir bocca gli piazza la destra in mezzo al petto
e lo respinge indietro, ché il fiato del mattino è affar suo: così
facendo realizza che il polso le fa un male cane.
«Passamelo.»

Annunci